HOME

SNOWSHOE    

storia e difficoltà della razza  

Alla fine del 1960  un allevatore di gatti Siamesi Dorothy Hinds-Daugherty di Filadelfia ha ottenuto una cucciolata che comprendeva tre gattini siamesi con con la punta delle gambe bianche. Incuriosito dal nuovo modello, ha lavorato per alcuni anni per fissare questa varietà in una razza, ha poi passato il testimone a Vikki Olander allevatore di Norfolk, in Virginia.  Sono stati usati Shorthair americani e Siamese  nella creazione della razza.

Olander ha scritto per primo lo standard della razza e tanto ha dato per ottenere il riconoscimento.della razza . 

Nel 1974 CFF e ACA hanno accettato snowshoe come una razza sperimentale, ma l'interesse diminuì e nel 1977 Olander era rimasto l'unico allevatore snowshoe negli Stati Uniti. Sembrava che tale razza fosse  solo una moda passeggera e andasse persa.  

Nel 2005 viene riconosciuta anche dalla FiFe e in Europa vengono registrati solo 24 soggetti.

Nonostante la partenza lenta, gli ultimi  anni hanno visto un aumento significativo sia in numero che in popolarità. 

Adesso molti  allevatori stanno lavorare verso dimensioni maggiori, tipo di corpo più uniforme e  colore degli occhi blu sempre più luminosi, brillanti ed espressivi. 

E molto lavoro è stato fatt  per ottenere un maggiore controllo del gene bianco, ma ancora non si ha una uniformità in tutti i soggetti.

una razza problematica

Una delle ragioni che la snowshoe non ha attirato tanti allevatori nei 25 anni della sua esistenza è la miscelazione di tutti gli elementi genetici di insieme. Creare lo snowshoe perfetto non è facile, certi  tratti in particolare lo rendono difficile. 

1-La prima è la 'V' rovesciata sul modello facciale che dovrebbe estendersi dalla bocca a sopra gli occhi. Questo modello è governato dal gene pezzato chiazze bianche simbolo (S). Perché questo gene  dominante è incompleto, se un gatto eredita due copie del gene, avrà  aree di bianco più grandi di un gatto con una sola copia del gene. L'effetto, tuttavia, non è coerente,  altri geni possono influenzare le aree bianche. E 'difficile prevedere come questo gene si esprimerà, di prevedere quali saranno i cuccioli che ereditano due copie, in modo da regolare il gene è una vera sfida.

2-Un'altra caratteristica che ha frenato gli allevatori sono gli stivali bianchi, per i quali è stato nominato il snowshoe. Questa caratteristica può essere governato dal gene con caratteristica recessiva del gene 'guanto' (g) . In ogni caso, questa caratteristica è anche difficile da controllare. Idealmente il bianco non dovrebbe superare le ginocchia sulle gambe anteriori e metà coscia sulle gambe posteriori.

 Ma la selezione è dura perchè a volte potrebbe mancare il bianco su un piede o su tutti i piedi  il modello snowshoe perfetto in questo momento è  impegnativo, anche. I colori possono passare dal blu, lavanda, cioccolato o anche  'diluiti' .

La cosa principale dello standard snowshoe richiede un tipo di corpo che unisce l'eleganza del Shorthair americano con la lunghezza del siamese. Anche se la conformazione è più facile da raggiungere di quella del colore, ottenendo solo la forma giusta di testa e l'orecchio complica ulteriormente il già complicato. Con questo standard esigente, non c'è da meravigliarsi che la creazione di snowshoe ideale è un compito difficile.

Standard ufficiale della razza SNOWSHOE